Un minuto per vincere magnolia




un minuto per vincere magnolia

Sortita La tana è il posto giusto nel battito di sé le proprie orme su terreni di neve.
Ricordo feste con i nostri figli.
Dicesti c'est un oiseau bien sûr e pastrani color delle montagne intabarrata notte ovunque nell'ardesia al bacio d'ombra scendevano le vie quasi da sole a raggiungere coste noi si mangiava amore ed un croissant.Come lotto estrazione del 14 giugno avessi scattato un'istantanea nel luogo di un addio di cose varie compresa una bambina nel suo stare già fuori dalle logiche del mondo.Lunule illividite (mi raccomando disse, mia signora si rechi celermente all'ospedale).Mai A pugni alzati cielo della tempesta a tracimare vasi d'argilla ai piedi del titano affogo ma il mio grido o rombo di vulcano che sputi il suo grembo mi avrai fiamma e lapilli non muto piangere a formiche di gocce né lombrichi smuovi placche.Dall'aleph un suono ritarda l'approdo alla candida prora ma l'onda ne allarga la falla la donna del mare ha segnato confine scarlatto di lame di liquido dire conduce porgendo gli specchi di sale cristalli apparenti di sole.Soft mi raccontavo storie - verrò col vento che respira gli alberi percorrerò le vene degli addii - mi sentivo al sicuro e scivolavo negli imbuti senza un gradino a freno - godetevi il tepore dell'esserci a voi stessi - non lo saprete mai quanto.Ridi di te, no deposit bonus netent 2018 ridi delle tue stanze e degli errori concessi alla tua sera ridi ché non si vuole il tuo lamento, e aspetta.Necessità non fa virtù nemmeno ti fa sognare inutile vittoria e il giocatore mai non paga pegno raggiunge trafelato la tua sponda s'approssima alla buca, un tiro esatto, il gesso sulla stecca la giusta angolazione del biliardo un tiro fra le biglie un respiro che.Ora che si fa luce sul tuo sguardo quello che vedi è un corpo senza l'uomo.È rammarico cogliere la sera infiltrata negli occhi.Il violino la esegue in cerchi adatti alle falde di pietra.Il limite è follia, io sono il centro Io sono nella caducità delle cose il punto fermo e della mia poesia vestirò il vuoto il mio dolore di non essere in tempo.
Il soffio, il vetro Al maestro vetraio ho chiesto se ricordasse il tremolio del bolo dal cannello e il colore del pianto ma era disattento perciò, quando nel palmo della mano aperta gli mostrai le mie lacrime pensò che di cristalli da soffiare fossero perle.
L'ora del Tao Si è fatta l'ora che la sera ha timori aggrumati desideri tardi per scoprire il seno il fianco o le curve sbiadite nel vestito se di liscio si tratta, di piegato gesto o di capelli volti sulle punte di bianco.




Al mercato (o era un teatro?) di Ica Si appartiene alle cose scrissi anni o secoli fa ma non importa se son le cose a divenire e poi un avverbio di tempo e tre puntini non si sottrae dal testo solo riduce spazio tra sipario.Tu la conosci, è specchio al tuo sottrarsi anche la mia ch'è sabbia, neve, voli e speronate a picco.Dell'alba un'impronta rimane, di notte acquattata su me che tramonto.Dall'acqua emersi, fu battesimo nudo e sfolgorio poi mi disgiunsi andai nell'oltre intatto delle cime.E forse lo farà per non vedere comparsate in nero svilirne le parole estrazione lotto 30 luglio 2016 annichilirne il cuore.Tutta la mia stanchezza, il mio non dire.E sì che vorrei essere un abbraccio.E questo è il mio viatico per oggi avrete scale tutte a pianerottoli io no amo gradini ripidi eccessi da morirci anche ma il troppo il troppo il troppo è il mio inquieto vivere Boschi cedui Chissà se i pioppi hanno sentore dei pensieri degli.Essi baciati dalle muse.Sistema le sue ali, le rassetta e ne distende gli orli col sorriso.
E canta il vecchio, con le mani a imbuto alle grondaie, dai tralci ricadenti il glicine ingiallito tasta nell'aria mossa sui cancelli.
Di maschere infinite per contendere il gioco un'amica talvolta si tradisce nel raccontare favole svilite ai compari di versi e capoversi.



E per questo capisco che non ti amo perché, se ti amassi, anch'io amerei chi t'ama, e questo non avviene.
Ubi major Tra quattro mura e un cielo d'aria ombre stanziali - si nega necessario isolamento - al non al mentre a al quando se m'invento facciate a - io duttile e per alcuni versi malleabile - scelgo passaggi interni arresa all'innocenza marginale.

Sitemap