Bonus maternita comune di bologna




bonus maternita comune di bologna

Assegni di maternità g, per la nascita di un figlio o per l'adozione o l'affidamento (preadottivo o non) di un minore, alla madre, anche adottante o affidataria, (o nei casi previsti, al padre anche adottante o affidatario a seconda dei casi o dei requisiti, può.
35 del 28 febbraio 2018 (pdf,.9 KB) la domanda, l'assegno va chiesto al Comune di residenza e viene pagato dall'r ottenere l'indennità l'interessata deve presentare domanda al Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita, dall'adozione o dall'affidamento preadottivo, altrimenti ne perde il diritto.
Requisiti specifici se si sta lavorando regolarmente: avere versato almeno 3 mesi di contributi per maternità nl periodo compreso tra i 18 e i 9 mesi prima del parto o dell'adozione del bambino se si è in mobilità o disoccupati o in cassa integrazione: aver.
Deve essere richiesto entro 6 mesi dalla nascita o dall'ingresso in famiglia del bambino adottato o affidato.Esistono contributi per la maternità?Le domande saranno accolte in base alla data e all'orario di presentazione e al termine di ogni mese verranno istruite; quelle valide saranno inserite in una lista ed il diritto al contributo verrà riconosciuto, previa specifica comunicazione, fino a concorrenza delle risorse disponibili.Entrambi i genitori devono essere lavoratori, in possesso di un'attestazione isee del nucleo familiare contenente il nuovo nato, valida alla data di presentazione della domanda e non superiore ad un valore isee.000,00 euro.Per ricevere tutte le informazioni riguardo le possibilità e i contributi per i bambini e ragazzi 0-18 anni è possibile iscriversi al servizio di newsletter che si attiva i primi giorni di tutti i mesi scolastici, oppure unirsi al canale Telegram @scuolabologna, competenze, vedi anche).I mesi presi in considerazione ai tipico poker bonus fini dell'erogazione del contributo sono da un minimo di 1 e fino ad un massimo di 5 mesi continuativi (per mese si intende un periodo di 30 giorni purché almeno un mese di congedo sia successivo alla presentazione della.Requisiti generali, per richiedere il contributo occorre avere, in generale, residenza in Italia e cittadinanza Italiana o di uno stato dell'Unione Europea o essere in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo se cittadini extracomunitari.Per ulteriori informazioni sui requisiti specifici consulta il sito inps, la domanda, la domanda si deve presentare entro 6 mesi (termine perentorio) dalla nascita del bambino o dall'effettivo ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento.La domanda deve essere presentata allInps in modo telematico utilizzando: - WEB servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dellIstituto (.




Importo : limporto dellassegno di maternità dello Stato è rivalutato ogni anno sulla base della variazione dell'indice istat.L'assegno di maternità per lavori atipici e discontinui è una prestazione previdenziale a carico dello Stato, erogata e concessa direttamente dall'Inps.I due assegni non sono cumulabili tra loro).803164 gratuito da rete fissa o.I richiedenti non devono avere alcuna copertura previdenziale oppure devono averla entro un determinato importo fissato annualmente.Importi: 342,62 mensili per cinque mensilità, per mamme con isee pari o inferiore.141,45 (.La richiesta può essere fatta i n alternativa dal padre in caso di abbandono del figlio da parte della madre, di affidamento esclusivo del figlio al padre, di separazione in caso di affido o adozione.Assegno di maternità gestito dai Comuni.Da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico; - Patronati,attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.E' una prestazione che spetta alle madri (anche adottanti o affidatarie) cittadine italiane, comunitarie ed extracomunitarie in possesso in possesso di titolo di soggiorno (per la specifica della tipologia di permesso di soggiorno utile per la concessione del beneficio è necessario rivolgersi al proprio comune.Il contributo "Bimbobò" è rivolto ai genitori di bambini residenti a Bologna dalla nascita, che dopo il congedo di maternità (o aspettativa obbligatoria singolarmente o in alternanza, si avvalgono di altri mesi di astensione dal lavoro (congedo parentale o aspettativa facoltativa entro l'anno di vita.Bimbobò consiste nell'erogazione di un contributo mensile di 300,00 euro (o 400,00 in caso di alternanza o parti gemellari) attribuito per ogni mese di congedo parentale, usufruito entro l'anno di vita del bambino, solo se la retribuzione di tali mesi è pari o inferiore del.Va richiesto al Comune di residenza, entro sei mesi dalla nascita, dall'adozione o dall'affidamento preadottivo e viene pagato dall'inps.


Sitemap